My Nature
(My Nature)

DOCUMENTARIO - 2017, 75 minuti

REGIA Massimiliano Ferraina e Gianluca Loffredo

IL FILM E' DISPONIBILE NELLE SEGUENTI VERSIONI
Digitale - in versione italiana , FileHD Server - in versione italiana , DCP Server - in versione italiana

«Sono nato bambina. A 5 anni all’asilo mi sentivo un maschietto. Poi ci ho messo 28 anni per trovare il coraggio di seguire la mia natura». Quante volte si può cambiare la propria vita? Quante volte siamo disposti a seguire la nostra natura fino in fondo? Fino a che punto sappiamo ascoltare noi stessi e metterci di nuovo in relazione con gli altri, diversi, ma uguali a noi in profondità? Simone è nato con genitali femminili. E si è sempre sentito un maschio. Il suo primo viaggio l’ha fatto da adolescente, in un conflitto che sentiva insopportabile. Un percorso che l’ha portato a 28 anni a terminare una prima tappa interiore ed esteriore allo stesso tempo: da femmina a maschio. Il secondo viaggio Simone lo compie alla soglia dei 40 anni, quando si accorge che - nonostante la transizione - non era ancora felice. Un tragitto inverso, da fuori a dentro, lasciando un lavoro e decidendo di trasferirsi in Umbria dalla sua nativa Caserta, per imparare ad amare se stesso e liberarsi dalle proprie gabbie. Simone capisce come comprendersi di nuovo e inseguire la propria libertà grazie al contatto profondo con la Natura: la sua e quella degli altri. Impara anche ad accettare le sue origini e decide di ripartire alla volta delle sue radici, dopo aver incontrato nuove amicizie, riscoprendo un nuovo sé: più sereno, pacificato, felice, in armonia. Capace, dopo tanti anni passati ad odiarsi, di affrontare la propria vera Natura. E tutto quello che le sta attorno.
  • EVENTI ATTIVI